“Legum servi sumus, ut liberi esse possimus" "Siamo al servizio delle leggi per poter essere liberi" (Cicerone – Oratio pro Cluentio)
“Legum servi sumus, ut liberi esse possimus" "Siamo al servizio delle leggi per poter essere liberi" (Cicerone – Oratio pro Cluentio)
“Legum servi sumus, ut liberi esse possimus" "Siamo al servizio delle leggi per poter essere liberi" (Cicerone – Oratio pro Cluentio)
“Legum servi sumus, ut liberi esse possimus" "Siamo al servizio delle leggi per poter essere liberi" (Cicerone – Oratio pro Cluentio)

Le funzioni del Notaio

"Tanto più notaio, tanto meno giudice"

Con queste parole il professor Francesco Carnelutti definiva la funzione essenziale del notaio. 

Tanto più il notaio esercita le sue funzioni compiutamente - e cioè accerta ed interpreta la volontà delle parti che concludono un contratto e redige in modo conforme a legge e con chiarezza le relative clausole - tanto meno c’è bisogno di ricorrere all’autorità giudiziaria per dirimere successive controversie. Il notaio è un pubblico ufficiale istituito per ricevere gli atti tra vivi e di ultima volontà, attribuire loro pubblica fede, conservarli e rilasciarne copie, certificati ed estratti (art. 1 Legge Notarile). L'atto pubblico redatto dal notaio fa piena prova fino a querela di falso, della provenienza del documento dal pubblico ufficiale che lo ha formato, delle dichiarazioni delle parti e degli altri fatti che il pubblico ufficiale attesti avvenuti in sua presenza o da lui compiuti. Il notaio attribuisce pubblica fede all’atto, in nome e per conto della Repubblica Italiana. Per legge "spetta al notaio soltanto d'indagare la volontà delle parti e dirigere personalmente la compilazione integrale dell'atto" (art. 47 della Legge Notarile). Il notaio deve indagare la volontà delle parti in modo approfondito e completo, mediante domande e scambio di informazioni intese a ricercare anche i motivi e le possibili modificazioni della volontà prospettatagli (cod. deontologico appr. Dal Cons. Naz. Not. Il 24.2.1994).Perciò, il rapporto tra il cliente ed il notaio inizia di regola prima della stipulazione e della lettura dell'atto notarile, per permettere al cliente di esporre in modo completo la sua volontà ed al notaio di comprenderla; e il notaio ha il dovere di orientare personalmente le parti nella scelta tra gli atti e le clausole che è possibile utilizzare per realizzare nel modo più completo lo scopo pratico che le parti si propongono, adeguandolo però alle norme imperative di legge (e cioè alle norme alle quali non è possibile derogare).

tratto da : www.notariato.it

News Giuridiche

qrcode Orsi

 

 

preventivo

copia atto